Posts

Paola Buratto Caovilla – Life is Beautiful

Sculture da Viaggio

Esseri imprigionati in teche in legno e vetro strette nell’abbraccio di una cintura di cuoio che termina, in alto, con una maniglia. Ecco il titolo: “Sculture da viaggio”.
Esseri mutanti, silenziosi e immobili, modellati in porcellana fine, creature fragili che non fanno alcuna con- cessione all’osservatore, solo barriere trasparenti, distacco coscienzioso, livelli di lettura e bellezza. Un moto immobile nella sensazione di cogliere un movimento. Tutto è visionario e un po’ folle, come l’autore.
Le opere saranno esposte fino al 26 Ottobre nei locali della Galleria Rossana Orlandi.

L’Artista
Dario Ghibaudo nasce a Cuneo, dove finisce la Pianura Padana e le Alpi marittime creano il naturale confine con la Francia. Intorno agli anni Ottanta del secolo scorso, tanto per rendere l’idea della sua età, si trasferi- sce a Milano per dedicarsi con tutto il cuore all’arte, cosa che ha in effetti fatto e continua a fare. Può essere definito uno scultore e probabilmente lo è:preferiva manipolare materiali artificiali, resine poliuretaniche, silicone e cose così, la chimica insomma, ma da qualche anno predilige modellare argilla bianca e porcella- na. Ama scolpire personalmente pietra e marmo. Ha anche fatto parte di un pugno di artisti che anni or sono hanno dato vita al “Concettualismo Ironico Italiano”, un movimento che si è agitato parecchio in Germania. Continua inesorabilmente a fare progetti e a realizzarli, per cui, tutto sommato non è per nulla cambiato. E’ possibile trovare in qualche libreria: “Guida al Museo di Storia Innaturale” edita da Allemandi & C che mos- tra buona parte del suo lavoro oppure, volendo, si può visitare il sito www.museodistoriainnaturale.com. Dal 1992 lavora al progetto del Museo di Storia Innaturale, una sorta di WunderKammer, all’interno della quale inserisce di volta in volta il risultato di ogni ricerca artistica. Il Museo è suddiviso per grandi argomen- ti quali Antropologia, Entomologia, Esemplari rari, Botanica, Etnologia, ecc. e conta attualmente XXII Sale. Una sezione particolare del Museo riguarda i Nasi d’Artista, un progetto che al momento conta una settan- tina di esemplari tra cui il calco del naso di Andres Serrano, Orlan, Arnaldo Pomodoro, Enrico Baj, Piero Gilardi, Mario Isgrò.

RO FUORISALONE 2015

14th – 19th April 2015

9.00 – 20.00

Spazio Rossana Orlandi
Via Matteo Bandello 14-16
20123 Milano

Fuorisalone 2016

 12th – 17th April 2016

9.00 – 20.00

Spazio Rossana Orlandi
Via Matteo Bandello 14-16
20123 Milano

Up in the Sky

Up In the Sky is the first public interior project curated by Rossana Orlandi and it takes place in one of the exclusive penthouse of the Residences designed by Daniel Libeskind at CityLife, with a breathtaking overlook on the city of Milan.
The project mixes elements of industrial design by the most cutting edge brands together with pieces of  designers from the selection of Galleria Rossana Orlandi like Os and Oos, Matteo Casalegno, Jacopo Foggini, Nika Zupanc, Nacho Carbonell, Oskar Zieta, Erik Olovson and Kyuhyung Cho, Laurence Humier, Umzikim, Hillsideout, Germans Ermics and many others.
Daniel Libeskind has designed a residential compound in CityLife to best meet the needs of modern living. The alternation of façade materials and the vertical orientation of the alignments give a sculptural effect to the buildings. A system of balconies creates outdoor spaces of different depths for each apartment. Every apartment is utterly unique and designed to take full advantage of the view.
The design reinterprets the classic residential courtyard model to create a circular pattern. The buildings all stand in harmonious relationship to each other and the surrounding district. There are private gardens and access roads to buildings along the perimeter. In the middle of a natural landscape, with pleasant rest areas, the courtyard is built on a circular hill that descends gradually towards the underground road.